top of page
  • eleonora379

Torbole, un piccolo gioiello di paese

5 cose assolutamente che non dovete perdere durante le vostre vacanze a Torbole:


1) LA CHIESA DI SANT'ANDREA

La chiesa principale di Torbole é dedicata a Sant'Andrea Apostolo e la sua costruzione risale al XIII secolo.

La chiesa presenta uno stile architettonico romanico-gotico, con una facciata a capanna in pietra a vista e un campanile a torre sulla destra. L'interno della chiesa è costituito da una navata unica con volta a crociera, e presenta affreschi e dipinti risalenti al XV secolo.

La vista del lago e della parte del centro storico di Torbole, sono una piccola meraviglia, un luogo molto amato dai torbolani sia per la sua bellezza che per la sua importanza storica.


Il Parco delle Busatte sembra essere un luogo ideale per coloro che cercano una fuga dalla vita frenetica della città e vogliono godere della bellezza naturale delle montagne del Monte Baldo e del lago di Garda. Con la sua posizione dominante e la vicinanza al lago, il parco offre un panorama spettacolare sulla zona circostante, lontano dal traffico,



2) IL PARCO DELLE BUSATTE

Il parco offre un ambiente tranquillo e silenzioso, ideale per rilassarsi e rigenerarsi.

All'interno del parco troverete anche un bellissimo Parco Avventura, dove potrete vivere un'esperienza molto divertente e avventurosa.

Percorsi acrobatici divisi per difficoltà ed età, teleferiche, liane, reti, ponti nepalesi, giochi di equilibrio, tutto nella più totale sicurezza!


Maggiori informazioni:





3) IL SENTIERO BUSATTE - TEMPESTA

Il sentiero Busatte Tempesta è un percorso escursionistico che si snoda lungo le pareti rocciose del Monte Baldo, sopra il lago di Garda in Italia. È lungo circa 2,5 km e offre una vista panoramica mozzafiato sul lago e sulle montagne circostanti. Il sentiero è ben segnalato e attrezzato con passerelle, ponti sospesi e gradini, ma richiede una buona preparazione fisica e una certa abilità nel camminare in ambiente montano. Il percorso è suddiviso in tre tratti, ciascuno con una difficoltà crescente. La prima parte è relativamente facile, con un percorso pianeggiante e alcune rampe di scale. La seconda parte diventa più impegnativa, con tratti più ripidi e alcune passerelle sospese. La terza parte è la più difficile, con un tratto esposto e ripido che richiede l'utilizzo di corde fisse per aiutarsi nella salita. Il sentiero Busatte Tempesta è una delle escursioni più spettacolari del lago di Garda e offre un'esperienza indimenticabile per gli amanti della natura e dell'avventura. È consigliabile affrontare il percorso con scarpe da trekking e un equipaggiamento adeguato, seguendo sempre le indicazioni e le precauzioni necessarie per garantire la propria sicurezza.








4) LE MARMITTE DEI GIGANTI

Le Marmitte dei Giganti sono delle grandi formazioni rocciose create da un'azione erosiva del ghiacciaio che, nel corso di millenni, ha scavato nella roccia delle profonde cavità dalla forma conica, con diametri che variano da pochi centimetri a diversi metri. Il nome "Marmitte dei Giganti" deriva dalla leggenda secondo cui questi fori sarebbero stati creati dai giganti che vivevano sulle montagne circostanti, i quali avrebbero utilizzato queste cavità come pentole per cucinare i loro pasti.


Nella realtà, questi pozzi erano abitati già millenni fa, come testimoniato dai ritrovamenti di punte di freccia e frammenti di ceramica risalenti al IV e III millennio a.C. Ciò suggerisce che la zona era abitata da popolazioni umane in epoca preistorica.



Oggi, le Marmitte dei Giganti sono una meta turistica molto apprezzata per la loro bellezza naturale e per le possibilità di escursioni e attività sportive che offrono.

Inoltre, rappresentano anche un importante sito geologico, che permette di studiare l'evoluzione del territorio nel corso dei millenni.










5) LA VECCHIA DOGANA AUSTRIACA, anche conosciuta come LA CASA DEL DAZIO


Pochi sanno che Torbole fino al 3 novembre 1918, anno in cui Trento, Trieste e tutti i territori a sud del Brennero vennero annessi all'Italia, in realtà era parte dell'Impero Austroungarico.

La piccola casetta in stile veneziano che domina il meraviglioso porticciolo del paese é uno dei ricordi più vividi che abbiamo del nostro recente passato.


Quella casetta infatti era la vecchia dogana austriaca, anche nota come Casa del Dazio.

L'edificio fu costruito alla fine del XVIII secolo e faceva parte del sistema di dogane austriache che controllavano il traffico commerciale lungo la via del Brennero.

Dopo la Prima Guerra Mondiale, la Vecchia Dogana Austriaca fu abbandonata e in seguito fu acquisita da un privato.


La Vecchia Dogana Austriaca è diventata un simbolo del turismo nella zona ed è spesso utilizzata come sfondo per foto e cartoline, soprattutto nelle sere d'inverno quando si rimane incantati da meravigliosi tramonti che il nostro lago ci regala.



Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page